mem
deco
HOME INFO LINKS
   
|SpecchioCielo|
|Costellazioni|
|Fiabe|

VIRGO

Terra
Lavagna della Vergine
Il tutto si arricchisce di significato se ricordiamo la verga di Aronne che ha il potere di trasformare ed anche di far scaturire l’acqua da una roccia…una verga con dei poteri, così come il bastone magico dono da Apollo che usa il Mercurio dei Gemelli, bastone che in VERGINE diventa un CADUCEO… o come il ramo secco deposto da Giuseppe nel tempio che fiorì nottetempo, rivelando la sua predestinazione a compartecipare, come saldo appoggio, alla gestazione di una Vergine speciale, con funzione di forte elevazione in senso verticale;  lei è verga sacra, TURRIS EBURNEA, bianca, e pura, MATER CASTISSIMA.
Ed ecco che stiamo definendo la cosiddetta Madonna, la VIRGO VIRGINUM, colei che nella cultura imperante è la sintesi di ogni stato di verginità, rappresentante di tutte le dee di ogni cultura. Maria di Nazareth ha ormai accolto in sé la miriade di sfaccettature che la DEA, le dee, hanno avuto nel passato.
Un bisogno ancestrale di avere una MADRE ci spinge al ritrovamento di un’immagine sacra che la rappresenti; il bisogno che sia eterna, fuori del tempo ce la fa immaginare VERGINE.

Quando Virgo approfondisce qualcosa tutto viene frantumato e preso in esame; l'abilità nel discriminare la può portare ad un’eccessiva ANALISI che spesso le fa perdere la capacità unificante e il potere amplificante che  le potrebbero dare i signori del segno opposto, Giove e Nettuno. Questi due pianeti infatti sono in ‘esilio’ in VIRGO e la splendida Venere è in ‘caduta' causando spesso un tipo di affettività esageratamente ‘mentalizzata'. Nel suo inconscio più profondo la perfezione della SINTESI dei Pesci sarebbe la sua aspirazione ma è una meta raramente raggiunta.
A suo onore possiamo però citare l'umiltà, la dedizione verso i più fragili, il lavoro di cura che svolge anche laddove altri mai si sottometterebbero.
Nel periodo di disperazione dopo la morte di Osiride si narra che Iside, nella sua ricerca, si sia umilmente occupata di bambini figli dei nobili che la ospitavano; avrebbe cercato di rendere un bimbo immortale passandolo nel fuoco ma, impedita nel suo tentativo, avrebbe poi donato a lui, e quindi all'umanità, un altro tipo di immortalità: l'agricoltura, cioè la capacità di aver cura della terra, di saperla rinnovare per rendere infinita la possibilità di nutrimento.