mem
deco
  Home | Info | Links
SpecchioCielo
Costellazioni
Fiabe
IL Percorso
dello Zodiaco 2
Zodiaco e
Alchimia 1
Il Cielo
come Mappa

LA CINTURA ZODIACALE
3 OTTOBRE 2018

La scienza iniziatica insegna che viviamo immersi in un oceano fluido, luminoso ma invisibile ad occhi materiali, la LUCE ASTRALE, chiamata AKASHA in Oriente e GRAN TELESMA da Ermete Tismegisto.

Stiamo parlando della QUINTESSENZA, quella materia sottile, sprigionata da tutto il creato e nella quale tutto viene registrato. Questo fluido si estende fino ai confini dell'universo. Per noi questi confini sono la CINTURA ZODIACALE.

Qui sperimentiamo una legge cosmica che possiamo chiamare ECO. Ogni cosa che dico, penso, faccio ritorna a me dopo aver percorso uno spazio: da dove sono io, punto centrale di questo cerchio, ciò che produco è sottomesso ad uno CHOC DI RITORNO.

Nel momento in cui nasciamo il primo respiro lascia che si imprima in noi la situazione celeste che le Alte Gerarchie ci hanno proposto. La nostra dote e le prove da superare sono lì, simbolizzate da quegli astri con il nome di dei greci, da geometrie, numeri e spazi…il tutto difficilmente interpretabile a livello razionale (a meno che non si venga a conoscenza dell’astrologia!) ma ben inciso nella nostra anima, come un sigillo sulla cera morbida.
Per interpretare un tema natale aiuterà moltissimo la conoscenza dei MITI collegati alle costellazioni, ai luminari (Sole e Luna), ai pianeti, satelliti, asteroidi... La mitologia è fortemente legata a molti elementi sia astronomici che astrologici. Persino l’origine dell’eclittica ha un mito che la riguarda:
Un giorno i figli di Licaone, re di Arcadia, invitarono ad un banchetto uno sconosciuto bracciante, nel quale si celava ZEUS. Sospettando il travestimento, sacrificarono un bambino e mescolarono la sua carne a quella delle vittime sacre, pensando che la loro impresa sarebbe stata scoperta nel caso il visitatore fosse un dio vero. ZEUS, furente, rovesciò la tavola.


Quella tavola era il piano dell’eclittica, che da allora rimase inclinata .
L’eclittica è il percorso apparente che il Sole compie in un anno rispetto allo sfondo della sfera celeste. È il cerchio massimo della sfera celeste che riusciamo a percepire. Lungo questo cerchio si dispiegano i segni zodiacali. La CINTURA ZODIACALE, cioè quel cerchio che immaginiamo delimiti i confini dell'universo, è costituita da 12 sezioni, di 30° di longitudine ognuna, che prendono nome e caratteristiche delle costellazioni viciniori (o che comunque lo erano quando furono codificate le conoscenze di astrologia).
Poiché l’asse di rotazione della Terra non è perpendicolare al suo piano orbitale, il piano equatoriale non è parallelo al piano dell’eclittica, ma forma con esso un angolo di circa 23°27′.
Interessante ricordare che anche l'asse del cuore umano non è perpendicolare alla terra, ma spostato, all’incirca con la stessa inclinazione dell’eclittica.
Tornando al mito: aver sacrificato un bambino, simbolo sacro, rappresentativo del SÉ, ha distorto la nostra percezione della realtà. Zeus ha scaraventato via la tavola: la nostra verticalità, simbolo del rapporto con le altezze, è messa in crisi.

Le intersezioni dei due piani con la sfera celeste sono cerchi massimi noti come equatore celeste ed eclittica. La linea d’intersezione tra i due piani definisce due punti equinoziali diametralmente opposti sulla sfera celeste. L’equinozio in cui il Sole passa da sud a nord dell’equatore celeste (cioè l’equinozio di primavera) viene chiamato punto vernale, punto γ o primo punto.
La posizione dei punti equinoziali sulla sfera celeste varia lentamente a causa della precessione dell’asse terrestre, da qui il nome di precessione degli equinozi: il punto gamma si sposta verso ovest sull’eclittica con una velocità di 1° ogni 72 anni. Vuol dire che il punto vernale è sì a 0° gradi dell'Ariete zodiacale ma non lo è se consideriamo la reale posizione astronomica della costellazione Ariete. Lo era oltre due millenni fa ma, terminando la fase Pesci, si va ora dirigendo verso l'Acquario.

MEDITAZIONE CON I COLORI: “FIAT LUX”:

Un po' sparsi sul foglio, con moto centrifugo, partono piccoli punti di luce dipinti con il giallo limone. Sono dei ‘centri' e intorno ad essi dipingiamo, come fasciando, delle circonferenze con il blu di Prussia. Possono rappresentare il cielo stellato ma anche la LUCE dello Spirito che, incontrando l'Anima, viene racchiuso da una cintura perché vuole vivere un’esperienza di densità.
In questo modo evochiamo anche il simbolo ⊙, immagine potente che viene usata per rappresentare il Sole (centro del sistema solare) nel tema natale ma contemporaneamente simbolizza il centro e la periferia, il punto e la circonferenza, il seme e il frutto, il nucleo della cellula e il suo corpo.
'"/>