memoriadeco
Argonauti
  Home | Info | Links
SpecchioCielo
Costellazioni
Fiabe


LABIRINTO

a Labirinto personale
a Labirinto archetipico
a Il gioco dell'oca

ZODIACO
a Plenilunio in Pesci
a Equinozio d'Autunno
a Nuovo Zodiaco
a Solstizio d'Inverno
a Equinozio di Primavera
a Ferragosto

LE FATICHE DI ERACLE

a Il leone di Nemea
a L'idra di Lerna
a Il cinghiale di Erimanto
a La cerva di Cerinea
a Le stalle di Augia
a Uccelli del lago Stinfalo
a Il toro di Creta
a Le cavalle di Diomede
a La cintura di Ippolita
a I buoi di Gerione
a Il giardino delle Esperidi
a La cattura di Cerbero

IL VIAGGIO DI ARGO
a Argo la splendente
a Navigare nel labirinto
a Un passaggio tra le rocce
a Wesaq: Arianna e Medea
a Orfeo: Apollo o Dioniso?
a Il Vello d'oro come Graal

ORFEO: APOLLO O DIONISO?

...un dio scende sulla terra, un uomo sale al cielo...

Uno dei partecipanti più significativi alla spedizione degli Argonauti è Orfeo: durante la spedizione Orfeo diede innumerevoli prove della forza invincibile della sua arte, salvando la truppa in molte occasioni; con la lira e con il canto fece salpare la nave rimasta inchiodata nel porto di Jolco, diede coraggio ai naviganti esausti a Lemno, placò a Cizico l'ira di Rea, fermò le rocce semoventi alle Simplegadi, si fece amica Ecate, addormentò il drago e superò la potenza ammaliante delle Sirene.

Orfeo fonde in sé gli elementi apollineo e dionisiaco: come figura apollinea è il figlio o il pupillo del dio Apollo, è un eroe benefattore del genere umano, promotore delle arti umane e maestro religioso; in quanto figura dionisiaca, egli gode di un rapporto simpatetico con il mondo naturale, di intima comprensione del ciclo di decadimento e rigenerazione della natura, è dotato di una conoscenza intuitiva e ammaliante anche nei confronti del mondo animale.

Apollo e Dioniso tendono a simbolizzare due forme di energia diverse, ma che si possono unificare: la forza che scende dal cielo in terra, Apollo, e Dioniso, la forza che tende a simbolizzare Leviatan, l’eruzione vulcanica, l’energia che erompe dalle viscere della terra.

Apollo viene rappresentato come un dio raggiante, solare, un dio che dirige raggi, dardi etc. Nell’ambito dei miti, si racconta come Apollo abbia combattuto e ucciso Pitone, un enorme serpente, che è poi simbolo del Leviatan, dopodiché la femmina di Pitone, diventa sacerdotessa di Apollo, che ne fa una chiaroveggente; il dio parlerà per bocca della Pitia.

Questo mito potrebbe indurre nell'errore di credere che ci sia una lotta tra due lunghezze d’onda, il bene e il male, mentre sappiamo che la crescita spirituale porta alla loro complementarietà.

Un elemento caratterizzante Apollo è che egli risulterebbe un dio della musica, della poesia, che crea. Egli risulta in pratica un dio dell’Olimpo, un dio uraneo che a volte si fa terrestre: non disdegna di scendere sulla terra.

In Dioniso troviamo alcuni elementi che non ce lo rendono contrario, nemico di Apollo, ma gemello complementare.

Tra Apollo e Dioniso non c’è una guerra ma un rapporto di luci ed ombre. Dioniso non è un dio, non nasce dio; nasce uomo e viene divinizzato. Quindi abbiamo un Apollo che scende e si umanizza, e Dioniso, che è un uomo, si divinizza. Sono complementari fra loro.

MEDITAZIONE CON I COLORI

Faccio erompere il rosso fuoco (splendore del vivente) dalla parte inferiore del foglio; dall'alto scendono lance di luce di colore giallo (splendore dello spirito). Intendo creare il colore della pelle umana. Si fondono rosso e giallo nella parte centrale della pittura; ammorbidisco i toni per far nascere un arancio tenue, ora lasciando che il rosa copra il giallo chiaro (incarnato apollineo), ora viceversa (incarnato dionisiaco). Infine, delicatamente, aggiungo del blu, splendore dell'anima.

Il colore della nostra pelle, qualsiasi sia la nostra etnia, è dato dalla fusione dei tre colori splendore (i classici primari: rosso, giallo, blu).

Patrizia Favorini

Orfeo: Apollo o Dioniso? Orfeo: Apollo o Dioniso? Orfeo: Apollo o Dioniso?
Orfeo: Apollo o Dioniso? Orfeo: Apollo o Dioniso? Orfeo: Apollo o Dioniso?